NEWS

L'attività stromboliana al NSEC la sera del 10 novembre 2013. Foto ripresa da Piano del Vescovo da Davide Gentile
L'attività stromboliana al NSEC la sera del 10 novembre 2013. Foto ripresa da Piano del Vescovo da Davide Gentile

Tra la notte e la mattina del 11 novembre 2013, il Nuovo Cratere di Sud-Est (NSEC) dell'Etna ha prodotto il 15° episodio parossistico dell'anno (il quarantesimo dal 2011), con la formazione di fontane di lava, una colonna di cenere spinta dal vento verso nord-est e tre colate di lava, la più voluminosa delle quali è stata emessa dalla sella fra i due coni, avanzando verso sud. L'evento è stato preceduto da una vivace attività stromboliana iniziata nella serata del 10 e andata gradualmente aumentando nel corso della nottata (foto sopra)

La fase di massima intensità dell'evento ha avuto una durata di circa 7 ore, e l'intensità del parossismo sembra essere stata molto alta anche se le fontane hanno avuto un'altezza piuttosto bassa, e sono state osservate violetissime esplosioni con la formazione di bolle di gas. Tuttavia, le pessime condizioni meteo a partire dalla mezzanotte hanno precluso tutte le osservazioni fino alle 09:00 del mattino (frame sotto), quando il passaggio di corpi nuvolosi ha fatto si che in brevi periodi fosse visibile l'attività parossistica. Alle 11:20 circa, le fontane di lava hanno ceduto il posto a violente esplosioni stromboliane e al momento (14:45) queste esplosioni sono ancora in corso.

 

A BREVE SARÀ PUBBLICATO IL RAPPORTO COMPLETO DELL'EVENTO

Autore: Giorgio Costa

Pubblicato il: 11 novembre 2013