NEWS

PHOTO: Michele Mammino
PHOTO: Michele Mammino

Nel corso della notte tra il 7 e l'8 settembre 2013, non sono stati osservati i bagliori causati dalla debole attività stromboliana all'interno del NSEC. A partire dalla mattinata di oggi, 8 settembre, erano ben udibili dei boati al piazzale del Rifugio Sapienza (Etna Sud, quota 1910 mt.) e durante un'escursione effettuata da Michele Mammino, è stato possibile constatare che queste esplosioni (non visibili ad occhio nudo) avvenivano ad intervalli di tre minuti circa e non lanciavano materiale incandescente oltre l'orlo del cratere, nè sui fianchi del cono.

Poco dopo le 12:20 dalla webcam termica posta sulla Montagnola dell'INGV-OE erano visibili alcune anomalie. Alle 10:24 una debole emissione di cenere si è innalzata dal cratere per poche decine di metri per poi essere dispersa dal vento verso sud. Per dieci minuti, più esplosioni stromboliane hanno lanciato materiale per circa 30 metri oltre l'orlo craterico del NSEC, e successivamente, l'attività è poi nuovamente diminuita ritornando allo stato della prima mattina. Al momento (15:40) alcuni boati sono ben udibili dal Rifugio Sapienza.

 

Per quanto riguarda la Bocca Nuova, dopo i bagliori dell'alba del 6 settembre, nessuna attività è poi stata osservata al cratere.

 

AGGIORNAMENTO 8set2013, 21:17: Dalle 15:50 circa fino alle 16:10 circa, sono state osservate altre emissioni di cenere probabilmente accompagnate da esplosioni stromboliane e boati. Dopo la cessazione di quest'altra breve sequenza di esplosioni, non si sono più uditi ulteriori boati. Altre emissioni sono avvenute nel corso della serata, ma in casi isolati: altri forti boati sono stati uditi dalle 18:30 circa fino alle 18:45. Si è così giunti alla conclusione che l'attività sia ancora molto discontinua e intermittente.

 

AGGIORNAMENTO 9set2013, 12:44: Sia nel corso della notte che nel corso della mattinata di oggi, proseguiva la debolissima attività stromboliana accompagnata in alcuni casi da boati udibili dal Rifugio Sapienza. Al momento nessun'altro boato è stato più udito e dalle webcam non si osservano altre emissioni di cenere. 

 

L'attività stromboliana a partire dalla mezzanotte del 9 settembre ha iniziato a diminuire, e nella mattinata è completamente cessata, come riferito da Boris Behncke.

 

Un ringraziamento a Michele Mammino per la descrizione dell'attività stamattina.

Per ulteriori informazioni, la pagina verrà aggiornata

Un'esplosione stromboliana registrata nel filmato della webcam termica dell'INGV-OE posta sulla Montagnola
Un'esplosione stromboliana registrata nel filmato della webcam termica dell'INGV-OE posta sulla Montagnola

Autore: Giorgio Costa ed Elia Finocchiaro

Scritto il: 8 settembre 2013