NEWS

Esplosione stromboliana delle 00:54 del 10 novembre 2013, scattata da Piano Vetore da Davide Gentile. Si nota il grande getto del materiale incandescente
Esplosione stromboliana delle 00:54 del 10 novembre 2013, scattata da Piano Vetore da Davide Gentile. Si nota il grande getto del materiale incandescente
Esplosione stromboliana delle 20 e 26, ripresa da Biancavilla da Davide Gentile
Esplosione stromboliana delle 20 e 26, ripresa da Biancavilla da Davide Gentile

Nella notte tra il 09 e il 10 novembre 2013 l'attività esplosiva al Nuovo Cratere di Sud-Est (NSEC) dell'Etna iniziata lo scorso 05 novembre è diminuita nella frequenza, con esplosioni più ravvicinate tra di loro.

Come già era stato brevemente citato sul fondo pagina dell'ultimo aggiornamento, gli eventi esplosivi avevano già iniziato ad aumentare nel pomeriggio di ieri, per poi avvennire con un intervallo variabile da pochi minuti ad alcune decine di minuti. 

Fino alla tarda serata del 09, le esplosioni erano piuttosto violente e provocavano getti di materiale incandescente sopra il cratere che a volte hanno raggiunto i 500 metri oltre l'orlo craterico, per poi ricadere sui fianchi sia del nuovo che del vecchio cono (foto sopra e accanto).

Durante la notte, i fenomeni erano più ravvicinati tra loro, ma allo stesso tempo i getti incandescenti avevano un'altezza nettamente inferiore rispetto a quanto appena descritto, e in alcuni casi, non si è neanche osservata l'emissione di materiale; in tutti i casi, venivano prodotti boli di cenere di varie dimensioni. 

A partire dall'alba (foto sotto a sinistra), la frequenza è nuovamente aumentata, ma solo leggermente e in più casi è stata osservata la ricaduta di materiale sul cono. Durante quest'arco di tempo è diminuita anche l'intensità dei boati, che sono comunque stati uditi dai paesi pedemontani.


Emissione di cenere sopra il NSEC all'alba del 10 novembre. Foto scattata da Boris Behncke
Emissione di cenere sopra il NSEC all'alba del 10 novembre. Foto scattata da Boris Behncke
Emissione di cenere delle 10:23 ripresa dalla webcam posta a Schiena dell'Asino
Emissione di cenere delle 10:23 ripresa dalla webcam posta a Schiena dell'Asino

Durante la mattina del 10 novembre sono continuati gli eventi esplosivi (frame sopra) grossomodo con la stessa frequenza precedentemente descritta (un evento ogni poche decine di minuti, o in pochi casi dopo qualche minuto). 

A partire dalle 13:00, è in atto un peggioramento delle condizioni meteo sull'Etna che molto probabilmente proseguirà per i prossimi giorni. Se sarà possibile, verranno pubblicati nuovi aggiornamenti. 

 

Sotto, un timelapse realizzato da Volcano Discovery, sull'attività esplosiva di questa notte.

Autore: Giorgio Costa

Pubblicato il: 10 novembre 2013